Compensi spettanti ai periti e consulenti tecnici per le operazioni eseguite su disposizione dell'autorità giudiziaria in materia civile e penale

Il D.M. 30 maggio 2002 (G.U. 5/8/2002 n. 182) ha rideterminato gli onorari (vacazioni) delle prestazioni commisurati al tempo impiegato cioè per quelle prestazioni non previste nelle tabelle allegate al D.M. di cui all'art. 4 della L. 8/7/1980 n. 319 , stabilendo che il compenso per la 1° vacazione è di Euro 14,68 e per ciascuna delle successive è di euro 8,15.

Rimane stabilito:

- che la vacazione è di 2 ore (2° cpv. art. 4 della L. 8/7/1980 n. 319);

- che il Giudice non può liquidare più di 4 vacazioni al giorno (5° cpv. art. 4 della L. 8/7/1980 n. 319);
- che il Magistrato è tenuto a calcolare il numero delle vacazioni da liquidare con rigoroso riferimento al numero delle ore che siano state strettamente necessarie per l'espletamento dell'incarico, indipendentemente dal termine assegnato per il deposito della relazione (7° cpv. art. 4 L. 8/7/1980 n. 319).

Premesso quanto la normativa stabilisce, si richiamano i colleghi ad una utilizzazione corretta della liquidazione della propria prestazione, mediante il compenso a vacazione, tale da non determinare riduzioni da parte del Magistrato che deve autorizzare la liquidazione della notula.